Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie per i soci > Massimo Condemi va in pensione ma non abbandona Cuneo

Massimo Condemi va in pensione ma non abbandona Cuneo

23.09.2009

da Napoli (dal 1972 al 1975 procuratore legale, dopo una brillante laurea in Giurisprudenza e un master di Diritto civile) alla direzione delle sedi provinciali ACI di Pescara e Grosseto. E' stato un soggiorno davvero lungo e intenso che ha visto la sede cuneese trasformarsi radicalmente, con la razionalizzazione dell'organico, la ristrutturazione della rete provinciale, l'aggiornamento tecnologico (Cuneo è stata tra le prime sedi informatizzate), il consolidamento del settore patrimoniale, il rinnovo delle sedi. Tanto che, negli anni di maggiore espansione, si raggiunsero i dodicimila soci e ancora oggi si risente della crisi generale in misura minore di quella sofferta in campo nazionale e la sede di Cuneo mantiene un solido quinto posto nella classifica delle oltre cento sedi sparse per tutta l'Italia. Tra gli anni Ottanta e gli anni Novanta la vocazione motoristica cuneese si è espressa con prestigiose manifestazioni come i Rally di Limone Piemonte e quelli del Saluzzese e delle Langhe, tutti con l'appoggio determinante dell'Automobile Club. Condemi ha inoltre sostenuto energicamente la costituzione dell'Associazione Ufficiali di Gara, affiliata al CONI, che gode di notevole prestigio nell'ambiente dello sport automobilistico. E, a proposito di sport, dal 1992, anno della sua nascita, è stato il coordinatore dell'organizzazione di tutte le edizioni di ACIGOLF, circuito golfistico nazionale ideato dal Presidente Brunello Olivero. Nell'ambito della tutela degli automobilisti particolare attenzione si è dedicata ai problemi dell'educazione e della sicurezza stradale (dalle grandi manifestazioni come quelle del "7 aprile" organizzate con la collaborazione della Provincia, a iniziative minori come quella delle "cene in sicurezza" dedicate ai Soci). Nel campo dell'informazione la costituzione di un Ufficio Stampa ha favorito nel 1989 la rinascita della testata sociale "Autonotes", (prima semplice foglio, poi rivista a colori ed ora On Line su questo sito) e la pubblicazione nel 1997 del volume "70 anni di Automobile Club Cuneo", con il quale ha effettuato una grossa operazione di ricerca e recupero della storia dell'Ente, di tre edizioni della "Guida Blu ai ristoranti della Granda", del libro "La pubblicità mette le ruote", di due edizioni della Carta stradale della provincia di Cuneo. Ma uno dei fiori all'occhiello della direzione Condemi è la realizzazione della nuova sede di piazza Europa, inseguita per anni con passione e ostinazione, con i brillanti risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Non c'è da stupirsi se l'avvocato Massimo Condemi, ora direttore emerito, abbia intenzione di trascorrere parte del suo tempo ancora a Cuneo, città che ormai ama quanto le località di mare e ancora con una presenza all'Automobile Club: intanto c'è ancora da seguire la Società di servizi, c'è ancora a fine novembre la finale di ACIGOLF 2009 che si terrà a Tenerife...E ancora, gli auguriamo, tante altre edizioni di ACIGOLF.